Date disponibili
non disponibili
Luogo di raduno
Piazza Municipio, 1
Durata
2 ore
Contributo
6euro
Non accessibile ai disabili

Borghi dei Tesori Fest
2
Blufi
Passeggiate
Una passeggiata rigenerante con un panorama mozzafiato

Un antico ponte che ha resistito al passare dei secoli. Si trova a ridosso delle colline di Blufi, del quale segna il confine nord, a crocevia con i comuni di Petralia Sottana e Soprana. Nella zona è noto come “ponte romano”, anche se le origini sono incerte e molto più probabilmente risalgono all’età medievale.
Raggiungerlo non è particolarmente agevole, la strada è parzialmente percorribile con l’auto, l’ultimo tratto soltanto a piedi. Ma all’arrivo, la scena ripaga la discesa a tratti un po’ impervia. Il ponte a tre arcate, che forse è più corretto definire “romanico”, si presenta circondato da una fitta vegetazione ripariale, seppure in parte sepolto da detriti fluviali. Sotto la sua arcata principale, scorre ancora l’Imera meridionale, dando al paesaggio un aspetto ancor più pittoresco.
Lo storico Francesco Maria Emanuele, marchese di Villabianca, nel suo “Ponti sui fiumi di Sicilia”, lo cataloga col numero 35 e così lo descrive: “Ponte di Belufi, seu di Petralia Sottana, nel territorio di detta,… Tiene di sotto un dè rami del grande fiume Salso, volgarmente di Madonia, e che va a morire presso le mura della città di Licata”. In tempi più recenti, nel 2005, dopo una richiesta da parte del comune di Blufi, la Soprintendenza dei Beni Culturali di Palermo finanzia ed esegue un intervento urgente di messa in sicurezza della struttura muraria, ricostruendo il concio mancante nella spalla sinistra, con mattoni pieni e pietrame, ripristinando le murature, ricucendo lesioni e tratti della pavimentazione in basole.

Seleziona giorno