Festival Le Vie dei Tesori
81
I martiri della mafia nella città delle lapidi
Palermo
Passeggiate

In occasione dell’anniversario dell’assassinio del piccolo Emanuele Attardi a Bagheria, 8 novembre 1874, il primo bambino ucciso in un agguato mafioso di cui abbiamo conoscenza e per ricordare anche altri martiri uccisi dalla Mafia, la passeggiata ripercorrerà la temperie politica e culturale palermitana degli anni 70 e 80, visitando alcuni dei luoghi che furono teatro di queste stragi di mafia, specialmente nel periodo compreso tra il 1981 e il 1983. Il punto di incontrò sarà davanti alla Chiesa di San Michele Arcangelo per spostarsi in via Pipitone Federico sul luogo della Strage di Rocco Chinnici, il 29 Luglio del 1983, quando morirono anche i due uomini della scorta il Mario Trapassi e Salvatore Bartolotta e Stefano Li Sacchi, portiere dello stabile. Dopo si andrà in via Cesareo per ricordare l’assassinio di Giuseppe Insalaco, il sindaco dei 100 giorni ucciso dalla mafia nel 1988. Successivamente si andrà in via Libertà, dove venne assassinato Piersanti Mattarella il 6 gennaio del 1980. Si arriverà alla lapide di Calogero Zucchetto, l’agente di polizia che collaborava con Ninni Cassarà ucciso il 14 novembre del 1982. A seguire ci si fermerà dinanzi alla lapide che ricorda la morte del generale Dalla Chiesa, della moglie Emanuela Setti Carraro e dell’agente Domenico Russo.

Seleziona giorno